Associazione Itaca


ultime news

30.11.2017
Cinema e Psicoanalisi

Rassegna cinematografica a cura di Associazione Itaca Rimini, in collaborazione con Centro didattico di psicoanalisi e psicodramma analitico SIPsA Roma



19.05.2017
Clinica psicoanalitica della relazione con l'Adolescente

Fabio Vanni alla Libreria Feltrinelli di Rimini



01.04.2017
PFM 2017

Corso di Formazione in Psicologia Forense Minorile. Visto l'enorme successo nel 2018 implementiamo e ripetiamo. Stay tuned!


> leggi tutto


Per la formazione e l'applicazione della psicoanalisi



I nostri Soci



Paola Carbone

Paola Carbone

Qualifica: medico psichiatra, presidente ARPAd, psicoanalista SPI
Associato dal: 2011




APPROFONDIMENTI

Professore associato presso la Facoltà di Psicologia 2 , Università di Roma ‘La Sapienza' Dipartimento di Psicologia Dinamica e Clinica

 

 

A) ATTIVITA’  SCIENTIFICA

 

si  è svolta nell’ambito  clinico ; ha interessato principalmente i seguenti campi:  

1) Psicologia Clinica e Psicoterapia  

2) Psicologia  Medica 

3) Psicologia Clinica dell’adolescenza. 

 

 

1) Psicologia Clinica e Psicoterapia  

 

a) Specializzata in Neurologia e Psichiatria, con 70/settantesimi e lode, nel 1974, presso l’Università “La Sapienza” di Roma. 

b) Dal 1972 al ‘78 ha frequentato regolarmente il Reparto di Psicoterapia della I Clinica di Malattie Nervose dell’Università “La Sapienza” di Roma, prima con il ruolo di medico interno e poi con quello di titolare di Assegno di Formazione Scientifica e Didattica.

In questo reparto, oltre a partecipare alle attività ambulatoriali diagnostiche e terapeutiche, ha praticato specifiche ricerche teorico-cliniche nel campo della psicoterapia gruppo-analitica, partecipando ai seminari di formazione che si sono tenuti, dal 1974 al 1978, con regolarità settimanale strettamente legati alla pratica clinica di psicoterapia di gruppo; è stata altresì responsabile di gruppi di formazione ( 1975-77) al rapporto medico-paziente per laureandi in medicina. 

c) Dal 1978 all’ 81 in qualità di Medico Assistente Psichiatra (vincitrice di concorso bandito dall’Amministrazione Prov. di Roma) di ruolo presso i Servizi di Salute Mentale di Roma.  In particolare ha svolto attività clinica e di ricerca sull’approccio ai pazienti gravi e sulla utilizzazione del gruppo nel trattamento della psicosi negli Ospedali Diurni.  

d) Nel 1980 ha conseguito l’Idoneità a Ricercatore Universitario Confermato  e ha preso servizio presso la Cattedra di Igiene Mentale, Facoltà di Medicina , Università di Roma “La Sapienza” dove è stata strutturata per l’assistenza ospedaliera.

In questo ambito le attività  di ricerca si sono concentrate in particolare sul tema delle dinamiche familiari nei pazienti con patologie gravi (psicosi, casi borderline, disturbi del comp. alimentare) e si  sono realizzate sia tramite la ricerca clinica (psicoterapie psicoanalitiche alla coppia   genitoriale e approccio al gruppo familiare) Ha messo a punto   una tecnica originale di    terapia della psicosi, “la psicoterapia  senza il paziente”, che si  avvale  esclusivamente del trattamento   dei  genitori. 

e)Dal 1983 ha fatto parte del Comitato di Redazione della rivista “Prospettive psicoanalitiche nel lavoro istituzionale” edita dal Pensiero Scientifico, fino alla  chiusura  della rivista (1998). 

f) Dal 1990 , nel ruolo di Ricercatore presso la Cattedra di Igiene Mentale , Università di Roma  “La Sapienza”,è stata strutturata come Aiuto  Psichiatra. 

g) Dal 1990 è iscritta all’ Elenco dei medici , autorizzati all’Esercizio della Attività Psicoterapeutica. 

h) Dal 1998 è psicoanalista associato  della Società Psicoanalitica Italiana . 
 
 

2) Psicologia   Medica  

Le attività di ricerca  clinico – teorica  si  sono  svolte nei seguenti ambiti: 

a) dal 1981 al 1988, è stata consulente     psichiatra     della   Clinica Ematologica dell’Università di Roma “La Sapienza”; nel corso di questa collaborazione  si è particolarmente occupata  della relazione medico – paziente ( consulenza   a pazienti affetti da gravi patologie e gruppi Balint) e del sostegno psicologico ai pazienti oncologici.  

b) dal 1988 al 1990 ha partecipato (collaboratore senior) al progetto di ricerca “Aspetti psicosociali e psichiatrici della prevenzione nei soggetti HIV positivi” Ministero della Sanità - Istituto Superiore di Sanità . In questo contesto di ricerca  ha condotto seminari di formazione per medici, psichiatri e psicologi al rapporto col paziente a rischio mortale. 

c) Dal 1989 è membro del Consiglio direttivo della Società Italiana di Psicologia Medica e dal 1995 è Vice Presidente   della   Società    Italiana di   Psichiatria  di  Consultazione ( già Società di Psicologia Medica ). 

d) E’ stata responsabile scientifico di  ricerche-intervento [vedi pag. 3 punto l) ]. 
 
 
 
 
 

3)Psicologia Clinica  e Adolescenza  

a) Dal 1976 al 1980, ha partecipato al Corso   quadriennale   di “Psicoterapia dell’età evolutiva”,tenutosi presso la Clinica di      Neuropsichiatria Infantile dell’Università     degli  Studi di Roma “La Sapienza”.

A detto corso  quadriennale, consistente in numerosi   seminari (tre, quattro per settimana) ed in supervisioni dell’attività clinica e diagnostica,  è stata ammessa per selezione. 

b) Fa parte dal 1984 (epoca di fondazione) del Gruppo Romano per lo Studio dell’Adolescenza, costituitosi nel 1994 in Associazione Romana Psicoterapia dell’Adolescenza (ARPAd). Dalla fondazione a tutt’oggi ha partecipato alle attività scientifiche e congressuali animate dall'associazione sia in ambito nazionale che   internazionale. Dal 2002 fa parte del Comitato Direttivo dell’ARPAd 

c) Dal 1986 è membro dell’International Society for Adolescent Psychiatry (ISAP), ha regolarmente partecipato alle attività congressuali internazionali presentando   relazioni  scientifiche. 

d) Dal 1989 al 1999 ha fatto parte del  Comitato di Redazione della Rivista “Adolescenza” . 

e) Dal 1997 fa parte della Sezione Adolescenza del Centro Clinico Interdipartimentale delle Facoltà di Psicologia di Roma e dal 2000 al  2002 è stata Responsabile di detta Sezione . 

f) Dal 2000 fa parte  del  Comitato di Lettura della rivista on line  Adolescenza  e Psicoanalisi                       ( www,psychomedia,it/aep) . 

g) Dal 1997 fa parte della Sezione Adolescenza del Centro Clinico Interdipartimentale delle Facoltà di Psicologia di Roma e dal 2000 al  2002 è stata Responsabile di detta Sezione . 

h)Dal 2003 è stata ammessa nell’elenco degli psicoanalisti (SPI) esperti nell’infanzia e nell’adolescenza . 

i) Dal 2004 è responsabile del “Laboratorio di Prevenzione ; i Giovani e gli Incidenti“, Facoltà di Psicologia 2, Università “La Sapienza” di Roma 

f) Dal 2007 è membro del Laboratorio Scientifico del’’Osservatorio Permanente sui Giovani e l’Alcol. 

l) E’ stata Responsabile Scientifico di progetti di ricerca-intervento in aree  problematiche dell’adolescenza :

  • L’incidente in adolescenza (1993 , Finanziamento MURST alla Facoltà di Psicologia , Univ. di Roma “La Sapienza”).
  • Amenorrea secondaria in adolescenza (1995 ,Finanziamento MURST alla Facoltà di Psicologia , Univ. di Roma “La Sapienza”).
  • Monitoring Risk in Young People (per l’Italia) , anno 1999, Osservatorio Permanente sui Giovani e l’Alcool.

 

  • Drinking and driving in Europe (per l’Italia) , anno 2000 . Osservatorio Permanente sui Giovani e l’Alcool.

 

  • Valutazione dei fattori di rischio psicologici negli incidenti traumatici in adolescenza ( I fase 1998-99; II fase 2000-01 ; I.S.S. , Progetto Nazionale Salute Mentale ).
  • Come i giovani vedono il rischio ( 2000 , Finanziamento MURST alla Facoltà di Psicologia , Univ. di Roma “La Sapienza”).
  • Incidenti , adolescenza e prevenzione :indicatori di rischio (2001 , Finanziamento MURST alla Facoltà di Psicologia , Univ. di Roma “La Sapienza”).
  • Adolescenti e Pronto Soccorso, studio pilota sugli indicatori di rischio psicopat. (2002, Finanziamento MURST alla Facoltà di Psicologia , Univ. di Roma “La Sapienza”).
  • Giovani , adulti e rischio: punti di vista a confronto , anno 2003 , Osservatorio Permanente sui Giovani e l’Alcool.

PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE

( relative alle aree di  attività scientifica sopra descritte )

 

aArticoli  o  Capitoli : 

1) Soggettività e Oggettività in psichiatria. 1976, Rivista di Psichiatria, XI, 1, 54-59.

2) L’Oggetto psicopatologico. 1976, Rivista Sperimentale di Psichiatria, C, VI, 1338-1373.

3) Il tema dell’Incontro nell’esperienza delirante. 1976, Rivista Sperimentale di Freniatria, C,VI, 1374-1415.

4) Approccio fenomenologico al disegno infantile.1977, Neuropsichiatria Infantile, 188, 204-221.

5) Alcune esperienze di formazione nella Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, - con M. Di Giusto. 1978, in “Problemi di Formazione e assistenza psicoterapica nei servizi territoriali”, 295-298, Patron ed., Bologna .

6) Il Centro Terapeutico diurno nell’ambito dei servizi psichiatrici a Roma, - con M.Ammanniti.1982, Quaderni di documentazione Prevenzione Malattie Mentali, 10, 1-22.

7) Prime esperienze di un’osservazione partecipante in un reparto di ematologia, - con M. Cuzzolaro, M. Farinelli et al..1982, Psyche, VIII, 33-50.

8) Considerazioni sulle psicoterapie degli adolescenti borderline.1982, Neuropsichiatria Infantile, 253, 689-693.

9) Problemi di formazione: esperienze presso due centri di Salute Mentale di Roma, - con M. Cuzzolaro e C. Maddaloni. 1982, Psyche, VIII, 15-36.

10) Le risorse del paziente e della sua famiglia: terapia della crisi, - con M. Ammaniti. 1982, Il Progetto Psicoterapico, 4, 10-26

11) I nuovi luoghi della psichiatria: tra spazi mentali e spazi fisici, - con  M. Bacigalupi. 1983, Prospettive Psicoanalitiche nel Lavoro Istituzionale, 1,1, 39-51.

12) Terapia senza paziente: approccio psicoanalitico alle psicosi tramite la     famiglia. 1983, Annali Neurologia e Psichiatria, anno LXXVII, 77, 239-245.

13) La funzione dello psichiatra in un reparto di ematologia, - con L. Frighi et al.. 1983, Rassegna di Ipnosi. 2, 74, 57-60.

14) Alcuni aspetti della comunicazione fra medico e paziente: la distanza e la diagnosi, - con M. Cuzzolaro. 1983, Difesa Sociale, 2, 34-43.

15) Reazioni somato-psichiche: scissione corpo-mente nel rapporto medico-paziente, - con M. Cuzzolaro. 1984, Atti del Convegno Nazionale della Società di Medicina Psicosomatica, 1983, Torino, M.S. Litografia, 1-6.

16) Sessualità e Igiene Mentale, - con M. Cuzzolaro. 1984, Manuale di Igiene Mental, Bulzoni ed. Roma, 1-16.

17) La formazione degli operatori psichiatrici nei servizi pubblici, - con M.Cuzzolaro.. 1984, Manuale di Igiene Mentale, Bulzoni ed. Roma, 1-13.

18) Prevenzione dei disturbi psichiatrici nell’Ospedale Generale: Psichiatria di Consultazione e Collegamento. 1984, Manuale di Igiene Mentale, ed. Bulzoni  ,Roma, 1-14.

19) L’agire ed il setting nel rapporto medico-paziente, - con M. Cuzzolaro. 1984, Prospettive Psicoanalitiche nel Lavoro Istituzionale, 2, 1, 67-80.

20) Un’esperienza Balint in un Istituto di Ematologia: la selezione dei partecipanti, - con M. Cuzzolaro e G. Vetrone. 1985, Annali di Neurologia e Psichiatria, 79, 159-167.

21) Il trattamento della psicosi nell’adolescenza attrverso i genitori. 1984, Psichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza, 51, 4, 485-490.

22) L’importanza del setting nella formazione psicologica del medico, - con  G. Vetrone. 1985, Rassegna di Igiene Mentale, VII, 2, 229-233.

23) Psicoterapie analitiche individuali nei servizi pubblici, - con G. Vetrone , M. Cuzzolaro, A. Scavo. 1985, Psicobiettivo, 3, 6-22.

24) Il setting come fattore di comunicazione non verbale, - con M. Cuzzolaro e A. Scavo. 1984, Rassegna di Igiene Mentale, VI, 3-4, 81-89.

25) Le radici della mandragola: un trattamento della psicosi tramite i genitori. 1985, Prospettive Psicoanalitiche nel Lavoro Istituzionale, 3, 1, 119-129.

26) Immigrati stranieri a Roma: problemi di Igiene Mentale, - con L. Frighi et al. 1985, Quaderni italiani di Psichiatria, IV, 2, 97-130.

27) Osservazioni teorico-pratiche sulla psicoterapia con anziani, - con L. Frighi. 1985, Rivista Sperimentale di Freniatria, CIX, V, 1044-1057.

28) Problemi della supervisione delle relazioni terapeutiche con i pazienti psicotici nei servizi psichiatrici territoriali, - con G. Vetrone. 1985, in “la relazione terapeutica nelle psicosi”, atti del XIX Congresso Nazionale della Società di Psicoterapia Medica; Bologna, 31-38.

29) La supervisione delle attività psicoterapeutiche dei servizi psichiatrici pubblici: due esperienze, - con M. Cuzzolaro e G. Vetrone. 1986, Rivista Sperimentale di Freniatria, CX, IV, 654-670.

30) Due casi di psicoterapia psicoanalitica effettuati presso servizi psichiatrici pubblici, - con M. Cuzzolaro et al. . 1987, Psicobiettivo, 4, 2-9.

31) Psichiatria di consultazione e collegamento, - con L. Frighi et al. . 1987,    Rivista Sperimentale di Freniatria, CXI, VI, 1295-1311.

32) Reazioni emotive all’AIDS: problemi di igiene mentale, - con L. Frighi et al. . Rivista Sperimentale di Freniatria, CXI, II, 210-215.

33) Valutazione e verifica di un decennio di attività di una équipe di Igiene Mentale in ambiente clinico ospedaliero, - con L. Frighi et al. . 1988, in “Persona e umana e ospedale” , IES Mercury Editoria, Roma, 19-28.

34) Un gallo a Esculapio. 1988, Prospettive psicoanalitiche nel lavoro istituzionale, 6, 2, 182-186.

35) Dimensione psicoterapica e psicoterapia formalizzata. 1988, in “Le tecniche psicoterapeutiche e loro utilizzazione nelle strutture pubbliche” stampato a cura del Dipartimento di Salute Mentale, Roma,  Unità Operativa Territoriale VII, 35-39.

36) Approccio psicoanalitico alla psicosi tramite la famiglia. 1988, in “Le tecniche psicoterapeutiche e loro utilizzazione nelle strutture pubbliche”, stampato a cura del Dipartimento di Salute Mentale, Roma, Unità Operativa Territoriale VII, 69-75.

37) Contributo della psicoanalisi alla comprensione del paziente oncologico, - con L. Frighi. 1989, in “Progressi in Psichiatria”, CIC, Roma, 461-468.

38) Percezione del paziente neoplastico da parte dei medici ospedalieri e comunicabilità della diagnosi, - con Felici Simone F. et al. . 1989, in “Progressi in psichiatria”, CIC, Roma, 567-572.

39) Implicazioni psicologiche delle terapie antiblastiche, - con A.M. De Luca et al. . 1989, “Progressi in psichiatria”, CIC, Roma, 577-583.

40) Aspetti evolutivi dell’invecchiamento e psicoterapia degli anziani, - con L. Frighi. 1989, Prospettive psicoanalitiche nel lavoro istituzionale, 7, 1, 43-59.

41) Per una valutazione del trattamento psicoterapeutico della schizofrenia in Italia, - con S. De Risio e G. Martini. 1989, Rivista Sperimentale di Freniatria, CXIII, 3-14.

42) Sessualità e terapia. 1989, in “La vita sessuale e riproduttiva - Aspetti di medicina preventiva”, CISV, Roma, 97-101.

43) Relazione visiva e perversione. 1989, in “Adolescenza e perversione”, Borla, Roma, 84-92.

44) La relazione terapeutica nel lavoro di consulenza psichiatrica ospedaliera: il caso del reparto oncologico, - con M. Cuzzolaro. 1989, Ecologia della mente, 8/89, 15-25.

45) L’uso di terapie alternative nei pazienti neoplastici, - con L. Angeletti e  F. Alfani. 1988, in “Psicopatologia, cultura e pensiero magico”, ed. Liguori , Napoli , 175-184.

46) Alcune riflessioni sul tempo nell’esperienza di collaborazione tra medici e psichiatri in un reparto di ematologia. 1989, Rivista Italiana di Psicologia Oncologica, 2, 43-51.

47) Dinamiche psicologiche e prevenzione nella infezione da HIV, - con F. Alfani e R. Barbetti. 1989, Atti del III Convegno Nazionale “AIDS e sindromi correlate”, Napoli, 1-10.

48) Identità, ruoli istituzionali, trasgressioni, - con G. Vetrone. 1990, Prospettive psicoanalitiche nel lavoro istituzionale, 2, 183-190.

49) L’approccio psicologico al paziente neoplastico, - con M. Alfani e M.C. Medina. 1990, Atti del XII Congresso della Associazione Latino-Mediterranea di Psichiatria, Chieti, 161-172.

50) Dinamiche istituzionali ed aggressività nella consulenza psichiatrica in ospedale generale. 1990, Atti del XII Congresso della Associazione Latino-Mediterranea di Psichiatria, Chieti, 1-6.

51) Riflessioni critiche sul rapporto tra personalità e malattia oncologica, - con F. Alfani e L. Frighi. 1990, in “Personalità e Psicopatologia”, ETD, Pisa, 517- 527.

52) L’approccio psicoterapico in oncologia ematologica, - con A.M. De Luca et al. . 1990, Medicina Psicosomatica, 3, 139-147.

53) Le implicazioni psicopatologiche nella menopausa, - con F. Aceti, F. Perrone, O. Capri. 1991, Psichiatria e Medicina, V, 3, 16-19.

54) Il rapporto medico-paziente alla luce del meccanismo di identificazione. 1992, in “AIDS: Problematiche e Prospettive di intervento” a cura di M. Casacchia et al. . Ed. Arti Grafiche Aquilane, 3-9.

55) Vissuto di malattia nel paziente neoplastico. 1992, Psichiatria e Medicina, VI, 4, 17-21.

56) Anna, ovvero il rapporto tra fantasie incestuose e tentato suicidio. 1992, in “Adolescenza, amore, accoppiamento” a cura di A. Novelletto, ed. Borla, Roma ,101-105.

57) La Psychothérapie sans patient. 1992, Adolescence , Prigi , ed.GREUPP, 10, 2, 297-306.

58) Il significato della riabilitazione nel paziente oncologico, - con F. Aceti e R. Barbetti. 1992, in “La riabilitazione” , Ed. Laterza, Bari, 57-63.

59) La medicina generale e la prevenzione del disturbo psichico, - con L. Frighi. 1992, in “Medicina generale e disagio psichico”, Ed. Laterza, Centro Stampa Rozzano, 17-29.

60) Il significato dell’approccio psicoterapico al paziente neoplastico. 1993, in “Il disagio psichico in oncologia”, Spazio Libri Ed., 59-65.

61) Sequele psicopatologiche in pazienti affetti da malattie di Hodgkin “off - therapy”: riflessioni su alcuni casi clinici trattati in psicoterapia, - con R. Barbetti. 1993, in “Il labirinto della somatizzazione”, La Goliardica Pavese.

62) La psicoterapia indiretta dei disturbi del comportamento alimentare degli adolescenti, - con L. Angeletti. 1993, Adolescenza, 4, 3, 273-290.

63) The symbolic significance of rejection reactions to anti-neoplastic therapy. 1993, Psycho - Oncology, 3.

64) Il Grande Viaggio: considerazioni su adolescenza e suicidio. 1994, Psichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, 61, 275-285.

65) Trasmissione sessuale dell’HIV:aspetti psicologici significativi in sieropositivi non tossicodipendenti, - con L. Figà Talamanca, F. Alfani, F. Di Sora, F. Montella, L. Frighi. 1994, Medicina Psicosomatica, 39, 2, 121-133.

66) Il gruppo Balint e la medicina contemporanea. 1995, Prospettive psicoanalitiche nel lavoro istituzionale, 13, 2, 173-182.

67) La Mort et l’Inchangé, - con Marysa Gino. 1995, in “Adolescence et suicide”, ed. Masson, Paris, 110-116.

68) Il trauma: agente patogeno o organizzatore psichico?, - con A. Di Reto e E. Spano. 1995, in “Adolescenza e Trauma”, ed. Borla, Roma, 135- 153.

69) Hodgkin disease in adolescence: a psychoanalytical approach. 1996, Journal of Child Psychotherapy, 22, 1, 128-142.

70) L’uso della tecnica di rilassamento nelle prime fasi di psicoterapia psicoanalitica con pazienti oncologici. 1997, in “Interventi psicoterapici in oncologia”; a cura di D. Bressi e G. Invernizzi, ed. CIC Edizioni Internazionali, Roma, 55-59.

71) La famiglia e il paziente in età evolutiva: problematiche in oncologia ematologica, - con A.M. De Luca (1° nome), M. L. Cristiani e E. Pasquetto, 1997, in “Interventi psicoterapici in oncologia”; a cura di C. Bressi e G. Invernizzi, ed CIC Edizioni Internazionali, Roma, 129-143.

72) Legami di sangue: ciclo mestruale e identità di genere in adolescenza, - con A. Cammarella e C. Cimmino. 1997, Adolescenza, 8, 2, 142-157.

73) Consulenza psichiatrica e funzione psicoterapica. 1997, Prospettive psicoanalitiche nel lavoro istituzionale, Roma, 15, 2, 171-182.

74) “Andavo a tutta velocità con la vespa...” caratteristiche psicologiche dell’incidente in adolescenza, - con M. Nardi, C. rogora, G. Vitullo. 1997, Prospettive psicoanalitiche nel lavoro istituzionale, Roma, 15, 3, 310-327.

75) L’approccio psicoterapico alla crisi nel paziente oncologico. 1997 in “Depressione e malattie organiche” a cura di G. Invernizzi, C. Gala, C. Bressi. ed. CIC Edizioni Internazionali, Roma, 111-117.

76) L’incidente in adolescenza: una ricerca intervento. 1998, in “Parlare con gli adolescenti, a cura di E. Masina e G. Montinari, Pomel, Roma, 99-104.

77) Il silenzio del corpo: approccio psicodinamico all’incidente in adolescenza. 1998, in “Adolescenza della Mente”, a cura di R. M. Salerno, ed Mediamed, Pescara, 278-283.

78) L’adolescente ricoverato per incidente: un progetto di ricerca nell’ottica della psichiatria di collegamento. 1999, Psichiatria di Consultazione, 2,1, 37-40.

79) Trauma as potential psychic organizer in adolescence, - con  E. Spano.1999, in “Trauma and Adolescence”, a cura di M. Sugar, University International Press, Boston, 144-157.

80) La tendenza alla somatizzazione e il disturbo di personalità in adolescenza - con L.Lucarelli 2000, in “Disturbi di personalità in adolescenza. Organizzazione borderline: aspetti evolutivi, diagnostici e terapeutici”, ed. Franco Angeli, Milano , 209-217.

81) Prevention of accident risk in adolescence: a research model. - con L. Capocaccia, G. Tanucci e I. R. Tedesco. 2000, New Trends in clinical Psychiatry, 16, 1, 21-31.

82) Le corps dans les trubles de personalité: de l’automutilation à la somatisation.  2000, Adolescence, trou ble de personalité (Monograf. ISAP), Les Editions du GREUPP, Paris , 401-418 .

83) Valutazione dei fattori di rischio psicologici negli incidenti traumatici in adolescenza. con D. Biondo, A. Bovet, Q. Cocciante, 2000, in Progetto  nazionale  Salute  mentale , Rapporti ISTISAN 00/12 , Istituto Superiore di Sanità, Roma.

84) Risk and Youth: Ambiguities and Paradoxes. 2001, in “Monitoring Risk in young people. Young people and risk in Italy and Europe”, Quaderno n.13 dell’Osservatorio Permanente sui Giovani e l’Alcool, Risa Editore, Tivoli , 27-56,

85) Young people and risk in Italy. 2001 - con E. Masina, L. Petruccioli e M. Rovai , In Monitoring Risk in Young People , Quaderno n. 13 dell’Osservatorio Permanente sui Giovani e l’Alcool, Risa Editore, Tivoli , 57-167.

86) “Dietro fragili ripari…”: un approccio clinico e di ricerca all’amenorrea secondaria in adolescenza  - con A. Cammarella , R. Cerutti, F. Cordeschi et al. , 2001, Adolescenza e Psicoanalisi , I, 3, 3-24.

87) Il disturbo post-traumatico da stress in adolescenza  - con S.Cimino, 2001, in “Manuale di Psicopatologia della Adolescenza” (cap.  VIII) , R. Cortina , Milano , 249-268.

88) Agire e Somatizzare in Adolescenza; uno studio empirico in un servizio di Pronto Soccorso- con M. de Simone, I.Martelli Venturi e M. Mosconi , 2004 , Psichiatria dell’ Infanzia  e dell’Adolescenza , vol.71, n.4, 653-664.

·Ha curato la  stesura del libro “ADOLESCENZE; percorsi di psicologia clinica” , Magi Edizioni , 2005 , ed ha scritto di detto libro i seguenti capitoli: 

89) Genitori e figli , 2005, in “ADOLESCENZE; percorsi di psicologia clinica” (cap.IV), Magi   Edizioni , Roma, 61-96.

90) Tentato suicidio, 2005, in “ADOLESCENZE; percorsi di psicologia clinica” (cap.XII), Magi Edizioni , Roma, 235-256.

91)‘Baekdown’ del corpo : La Malattia , 2005, in “ADOLESCENZE; percorsi di psicologia clinica” (cap.XIII), Magi Edizioni , Roma, 257-302.

92)Amenorrea funzionale , 2005, in “ADOLESCENZE; percorsi di psicologia clinica” (cap.XIV), 2005, Magi Edizioni , Roma, 303-326.

93) Tra corpo e parola : il significato dell’approccio psicoanalitico, 2005, in “ADOLESCENZE; percorsi di psicologia clinica” (cap.XV), 2005, Magi Edizioni , Roma, 327-338.

94) A scuola tra ricerca e intervento :“Studiare bene  stando bene ”e - con S. Cimino e C. di Giacomo - il paragrafo “Sgraffiti”, 2005, in “ADOLESCENZE; percorsi di psicologia clinica” (cap.XVI), Magi Edizioni , Roma, 339-364.

95) Pronto Soccorso . uno sportello per i giovani – con A.Ferrari, I.Martelli Venturi, M.Mosconi , 2005 , in “ADOLESCENZE; percorsi di psicologia clinica” (cap.XX), Magi Edizioni , Roma, 407-420.

96) Adolescenti al Pronto Soccorso. La necessità di uno sportello per la prevenzione – con E. Casini, S. Cimino, L.Cernaglia, A. Ferrari, 2005 , in “ Sicurezza stradale, verso il 2010 “ Rapporto DATIS a cura di F. Taggi ( Istituto Superiore di Sanità 05/ AMPP/ RT/ 909, 2005) Stampato  Das Print, Roma, 79-90.

97) Adolescenti al Pronto Soccorso, tra incidenti e somatizzazioni – con A.Biase , V. Bruno et al. - 2005 , in “Luoghi Istituzionali e Adolescenza” a cura di Monniello, G.L. , Borla , Iriprint Città di Castello, 212-230

98) Tra ricerca e intervento, 2006, in “Rifornimento in volo. Il lavoro psicologico con gli adolescenti”, F.Angeli , Milano.

99) Adolescenti e tempo libero – con R.Calì e B. Masci , 2006, in “Adolescenti e tempo libero Una ricerca nei centri aggregativi del IV Municipio di Roma”. Grafiche Ponticelli, Frosinone, 1-99.

100) Adolescenti , rischi e incidenti. La prevenzione e i suoi paradossi. 2006, Psichiatria di Comunità, n1, 18-27

101) Adolescenti e propensione al rischio, con V.Rampon,  2007, Salute umana, n207, 19-23.

102) Linee d’ombra; il giovane Adulto nella metafora del Grande Viaggio. 2007, Adolescenza e Psicoanalisi , n.2 , 17-28.

103) Modelli di prevenzione in  adolescenza, con E. Casini, S. Cimino, A. Ferrari, M. Pedrocchi, A. Piccioli. , 2007, Psichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza. 74, 407-421.

104) Adolescenti, incidenti e disturbo post-traumatico da stress,2007, in ‘Salute e Sicurezza Stradale, L’Onda Lunga del Trauma’a cura di F.Taggi e P. Maturano. C.A.F.I. Editore, Roma , 435-440.

105) Incidenti in adolescenza: studio empirico sull’impatto dell’evento traumatico nel funzionamento psicologico individuale , con Elisa Casini, Silvia Cimino e M.Petrocchi, Psichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza ,2008

106) Il giovane Torless e la matematica. 2008, Ae P , Adolescenza e Psicoanalisi , n.1 , 77-91.

107) Adolescenti, medici e malattie. Una psicoanalista in corsia. 2009 , in ‘Essere adolescenti oggi’,  Quaderni del Centro Milanese di Psicoanalisi Cesare Musatti, La tipografia monzese, Monza , 155-178.

108) Rammentare, ricordare, rimembrare forse… La psicoanalisi verso ‘lo strato roccioso’,2009 , Ae P - Adolescenza e Psicoanalisi , n.1.  

Paola Carbone 
 
 
 

b) Libri: 

1) Dialoghi con fanciulli e attività psicomotoria - con P.Vayer. 1981 ( cap.1 : Definizione del Progetto 9-37; cap.2 : Sviluppo dell’attività nelle classi sperimentali 38-71; cap.3: Dalla psicopedagogia alla sociopedagogia 72-115; cap.4. Sviluppi attuali 116-183 ) . Armando editore , Roma, pagine 184. 

2) Le ali di Icaro; rischio e incidenti in adolescenza . 2003, ( cap.1 : Una lettura critica delle nozioni di rischio e comportamento a rischio,15-37; cap.2: I ragazzi parlano del rischio, proposte di prevenzione – con S. Cimino , A. Ferrari., E. Masina e M. Rovai ; cap.3 : Letteratura sull’incidente in adolescenza, lo stato dell’arte , 78-102 ; cap.4: Per una psicodinamica dell’incidente , 103-142; cap.5: Tra icaro e Dedalo: i preconcetti degli adulti, 141-155 ; cap.6: Dopo l’incidente : un modello di ricerca-intervento2003, 156-193) , Bollati Boringhieri , Torino, pagine 193 

3) Giovani, adulti e rischio . punti di vista a confronto , 2004 , ( Introduzione : Il rischio e i giovani , tra ambiguità e paradossi , 1-25 ; Parte Prima  - con E. Masina, L. Petruccioli e M. Rovai : Il rischio, il punto di vista dei giovani ,29-85 ; Parte Seconda - con E. Masina, L. Petruccioli e M. Rovai : I giovani: immagine di sé e del rapporto con l’ambiente , 99-110; Parte terza - con E. Masina, L. Petruccioli e M. Rovai : Gli adolescenti con comportamenti a rischio,11-123; Considerazioni Conclusive e Appendice - con E. Masina, L. Petruccioli e M. Rovai , 124-141; Parte Quarta : Il rischio, il punto di vista degli adulti - con S. Cimino e A. Ferrari , 143-216 ). Quaderno N.16 Osservatorio Permanente  sui Giovani e l’Alcol, , Ed Risa, Tivoli , pagine 216.  

4) ha curato : ADOLESCENZE; percorsi di psicologia clinica , 2005 , Magi Edizioni , Roma, pagine 498 ( di questo libro ha scritto n. 7 capitoli  , sopra elencati ). 

5) La vaccinazione anti-papillomavirus, una novità nella prevenzione, con Bonanni, Carosi, D’Alessandro et al., 2007, Il Pensiero Scientifico Editore, Roma, p.93. 

6) Le ali di Icaro; capire e prevenire gli incidenti dei giovani . 2009, seconda edizione ampliata. cap.1 : Una lettura critica delle nozioni di rischio e comportamento a rischio,19-41; cap.2: I ragazzi parlano del rischio, proposte di prevenzione – con S. Cimino , A. Ferrari., E. Masina e M. Rovai , 42-82; cap.3: I giovani e gli incidenti ; evoluzione nell’epidemiologia e nella ricerca , 83-122 ; cap.4: Per una psicodinamica dell’incidente , 123-162; cap.5: Tra icaro e Dedalo: i preconcetti degli adulti, 163-201 ; cap.6: Dopo l’incidente : un modello di ricerca-intervento, 202-239; cap.7. verso una prevenzione attiva. Lo Sportello-Giovani al PS , 240-270.  Bollati Boringhieri editore , Torino, 2009. 

B) ATTIVITA’   DIDATTICA

 

a) Dal 1975 al ‘76 ,presso la I Clinica di Malattie Nervose e Mentali di Roma , ha svolto le mansioni di esercitatore per gli studenti di Medicina  

b) Dal 1975 al ’77, presso il Reparto di Psicoterapia della sopraddetta Clinica ha condotto gruppi di formazione  e sensibilizzazione agli aspetti psicologici  delle malattie organiche, cui partecipavano studenti in medicina e giovani  laureati. 

c) Dal 1981 al ‘90, nel ruolo di Ricercatore presso la Cattedra di Igiene Mentale dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, ha condotto, con frequenza settimanale i seguenti   seminari   di  formazione   per  gli   specializzandi , in particolare :

- dal 1981 al 1990: gruppi      di    formazione  al   rapporto medico –paziente (gruppi Balint)  per  i   medici     della    Cattedra di  Ematologia  ;

- dal 1985 al 1990: gruppi di  formazione alla  psicoterapia  psicoanalitica della  coppia   e alle dinamiche familiari nella psicosi, per Psicologi e Psichiatri dei Servizi    Pubblici;

- ha tenuto lezioni al Corso di Perfezionamento in Igiene Mentale, negli anni 1985/86 di “Psichiatria di Consultazione e Collegamento” e, negli anni 1986/87,  87/88, 88/89 e 89/90 di “Ecologia Psichiatrica”. 

d) Negli anni 1987-‘90 è stata docente  al Corso Triennale di aggiornamento organizzato dalla Regione Lazio , presso il DSM della USL/RM3, per operatori psichiatrici provenienti dalle USL romane ; in questo ambito ha tenuto 20 seminari e 3 relazioni. 

e) Negli  anni 1988-‘89, 1989-‘90 ha insegnato per la Scuola di  Specializzazione in Psichiatria, Università degli Studi “G. D’Annunzio”  di Chieti. 

f) Negli anni 1988 e 1989 ha svolto l’attività di docente al Corso Triennale di          Aggiornamento Professionale, per Operatori dell’Assistenza Psichiatrica della Regione Molise. 

g) Nel 1990 è stata incaricata della docenza al Corso di aggiornamento professionale indetto dalla Regione  Lazio  per gli operatori del DSM della USL/RM9 .  

h) Negli anni 1989-‘90 e 1990-‘91 ha condotto un gruppo di supervisione , a frequenza quindicinale , per i neuropsichiatri infantili appartenenti all’ ASTAPP ( Ass. per il Sostegno e il Tratt. dei Minori con problemi Psicologici e Psichiatrici) convenzionata con  la  USL/RM  2. 

i) Nell’ anno 1990 è stata incaricata , dalla USL/RM10 , della docenza per il  Corso  di aggiornamento per medici ospedalieri e consistente in n° 4 lezioni sul tema “Aspetti psicologici dell’infezione da HIV” . 

l) Nell’anno 1991-1992 è stata incaricata di supervisione per gli Operatori del Centro Diurno del DSM. RM/3. 

m) Nell’anno 1995 è stata incaricata dalla USL RM/B di svolgere attività di formazione sul tema “Le problematiche della genitorialità” (25 ore di corso). 

n) Dal 1998 è Didatta del Corso Quadriennale in Psicoterapia Psicoanalitica dell'Adolescenza ( riconosciuto dal MURST, legge 56/89 ) ,da quella data  è anche Segretario Didattico dello stesso Corso . 

o) Dal 1994 al ’97 ha insegnato presso la Seconda Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica, Università “La Sapienza”di Roma :Tecniche di intervento sulla crisi e Psicoterapia di Sostegno, negli anni 1994/95 e 1995/96 ; Psicopatologia dell'Adolescenza, nell'anno 1996/ 97.  

p) Dal 2001 al 2003 in qualità di supervisore  nel Corso di Prevenz. al Disagio Adolescenziale   ( Facoltà di  Psicologia 1  e  Regione Lazio ) ha tenuto 24 incontri  di  ore 5 ciascuno . 

q) Affidatario dei seguenti insegnamenti presso la Facoltà di Psicologia 2 , Università di Roma “La Sapienza” :

Anno accademico 2002-03 :“Rischio psicopatologico in adolescenza”, “Primo colloquio con l’adolescente”, “Psicopatologia dei consumi”

Anno accademico 2003-04: “Rischio psicopatologico in adolescenza”, “Primo colloquio con l’adolescente”, “Psicopatologia dei consumi”

Anno accademico 2004-05: “Adolescenza e rischio psicopatologico” ; “Elementi di psicologia clinica” e “Psicopatologia dei consumi”.

Anno accademico 2005-06: “Adolescenza e rischio psicopatologico” ; “El. di psicol. clinica”

Anno accademico 2006-07: “Adolescenza e rischio psicopatologico” ; “El. di psicol. clinica”

Anno accademico 2007-08: “Adolescenza e rischio psicopatologico” ; “El. di psicol. clinica”

Anno accademico 2008-09: “Adolescenza e rischio psicopatologico” ; “El. di psicol. clinica”

                                              “ Psicologia dinamica” 
 
 

r) Nel 2004 , unico docente del progetto formativo aziendale “Elaborazione delle competenze di counseling con adolescentie giovani adulti” per  il Centro di Consultazione per Giovani Adulti   “Colpo d’ala” , ASL   RM A, ha tenuto n. 12 incontri   di   ore 3    ciascuno . 

s) Nel 2005 supervisore attività clinica per il Centro Clinico  “Raggio Verde” ( Centro Clinico Interdipartimentale Università “La Sapienza”  di  Roma  e IPAB ). 

t) Nel 2007 , unico docente del progetto formativo aziendale “Elaborazione delle competenze di counseling con adolescentie giovani adulti” per  il Centro di Consultazione per Giovani Adulti   “Colpo d’ala” , ASL   RM A 

u) E’ risultata ‘Idonea’ al concorso per  professore associato bandito (G. Uff. - 4ª serie speciale – n. 4  del 14.01.2005 ) dalla Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Cagliari per il settore scientifico-disciplinare M-PSI/07. 

v) Ha preso servizio come Professore Associato presso la facoltà di Psicologia 2, Università Sapienza di Roma, il 1° marzo, 2007 ed è tutt’ora in servizio. 

Prof.essa Paola Carbone  

Roma , 12 nov. 2009

 


ogni socio gestisce autonomamente la propria pagina ed è responsabile dei contenuti inseriti







ASSOCIAZIONE ITACA
Via dei Nobili, 4, 47822 Santarcangelo di Romagna (RN)
Cell. 329.6562515
E-mail: ass.itaca@gmail.com
Pec: associazione.itaca@pec.it



  Associazione Itaca 2011       C.F.:91121030406

Skyline srl: web, rendering 3d, design, architettura